Ding Yi (Shanghai, 1962) è uno dei più rilevanti pittori astratti cinesi, noto soprattutto per le sue tele in cui occupa meticolosamente la superficie con croci, che in Cina sono anche il simbolo del numero dieci.
La pratica di Ding Yi ha rinunciato al realismo e ad ogni forma di pittura figurativa. Si è invece concentrata sulla ripetizione di motivi geometrici che indagano temi lontani dai soggetti prediletti dai sui contemporanei e richiamano memorie di caratteri calligrafici. Sin dalla metà degli anni ‘80, ha creato un vasto corpo di dipinti astratti su vari supporti, dalla tela al cartone, dai tessuti stampati al mobilio, utilizzando diversi media come olio, acrilico, carbone e penna a sfera. La sua scala cromatica è altrettanto varia, spaziando dal quasi-monocromo fino a vaste combinazioni di colore. Il risultato crea sulla retina dello spettatore degli impulsi cangianti che inducono eccitanti percezioni. Lavora e vive a Shanghai.