Fabulae Naturae Setup

20/05/2015 Visite guidate all’interno degli Headquarters del Gruppo Zegna Prossimi appuntamenti: domenica 24 maggio e domenica 31 maggio 2015

Proseguono le visite guidate gratuite organizzate dal Gruppo Ermenegildo Zegna a completamento del progetto Fabulae Naturae di Lucy + Jorge Orta a cura di Maria Luisa Frisa.

In collaborazione con Connecting Cultures, il Gruppo Zegna propone visite alla scoperta della grande installazione di Lucy + Jorge Orta e delle altre opere custodite all’interno dell’edificio Zegna progettato dagli studi Antonio Citterio, Patricia Viel and Partners e Studio Beretta, aperti nel 2008.

Le visite guidate hanno la durata di circa un’ora e sono accessibili gratuitamente su prenotazione (www.connectingcultures.info).

Questi i prossimi appuntamenti:
• domenica 24 maggio 2015 – ore 10.00 – 11.00 e ore 11.00 – 12.00
• domenica 31 maggio 2015 – ore 10.00 – 11.00

La visita
All’interno degli 8000 mq della sede milanese, sarà possibile ammirare Fabulae Naturae, la grande installazione entro cui è stata ambientata la performance multisensoriale presentata sabato 2 maggio, appositamente concepita per lo spazio. L’opera ha riunito in un unicum armonico elementi visivi, musicali e una food performance dello chef Davide Oldani. A performance conclusa, oggi sono visibili gli elementi visivi di grande impatto che hanno trasformato le sale di via Savona in una foresta incantata che ricorda l’Oasi Zegna.

Proseguendo nella visita, il pubblico potrà ammirare un altro lavoro di Lucy + Jorge Orta: l’opera Reconnaissance Man (2012), commissionata dal Gruppo Zegna nel 2012, in occasione di Fabulae Romanae, progetto espositivo anch’esso a cura di Maria Luisa Frisa per il Museo MAXXI di Roma.

Sempre visibile al pubblico sarà il lavoro dell’artista indiana Reena Kallat, frutto del progetto ZegnArt Public in India, svolto nel 2013 in collaborazione con Dr. Bhau Daji Lad Museum di Mumbai: un’opera poetica e struggente, che a partire dalla storia della città di Mumbai parla di memoria storica e radici identitarie in modo universale. Untitled Cobweb (knots and crossings) – questo il titolo dell’opera – è il frutto di una speciale commissione per un lavoro di arte pubblica in un paese di economia emergente. L’opera esposta a Milano è una versione in scala ridotta del lavoro monumentale originario che – dopo essere stato esposto sulla facciata del Museo a Mumbai – è stato successivamente donato dal Gruppo Zegna all’istituzione indiana.

Il percorso include infine la visita di altre due installazioni permanenti realizzate da due grandi nomi dell’arte italiana: Woollen – La mela reintegrata (2007) di Michelangelo Pistoletto, collocata nel grande atrio della sede del Gruppo Ermenegildo Zegna, opera densa di significati simbolici, emblema di una collaborazione tra l’artista e il Gruppo Zegna di lunghissima data; e infine l’opera scultorea Dedicato alle persone che sedendosi qui ne parleranno (2009) di Alberto Garutti, allestita nel giardino antistante l’ingresso e visibile dalla strada, che richiama il progetto “All’Aperto” di Trivero che nel tempo ha dato origine a un vero parco di sculture.