Bhau Daji Lad Museum, exterior, Mumbai

Bhau Daji Lad Museum, exterior, Mumbai

03/2012 Primo intervento Public: Mumbai

Lo spazio pubblico può essere vissuto in modi diversi: è un luogo di negoziazione e scambio, uno spazio di resistenza e dialettica. La missione di ZegnArt Public è quello di esplorare questa gamma di possibilità in contesti sociali e culturali molto differenti fra loro.

L’India è il primo Paese d’intervento di Public: la città scelta, Mumbai. Un contesto che non potrebbe essere più carico di significato, complesso, difficile e stimolante. Il primo compito di ZegnArt Public sarà quello di mettere alla prova la nozione di spazio pubblico a confronto con il tessuto urbano della metropoli più densamente popolata dell’India.

L’istituzione partner del progetto a Mumbai è il Dr. Bhau Daji Lad Museum, il più antico museo della città, le cui collezioni documentano le arti applicate e la vita quotidiana della Mumbai del XIX secolo. Sotto la guida della sua direttrice, Mrs. Tasneem Mehta, il museo ha aperto le porte all’arte contemporanea, con un ambizioso e lungimirante programma che coinvolge artisti indiani. La scelta di questa istituzione è avvenuta sulla base di una comune visione dell’arte come fattore di sviluppo e presa di coscienza per l’intera comunità.

La giuria del progetto – composta da Gildo e Anna Zegna, per il Gruppo Ermenegildo Zegna, da Tasneem Mehta, Jyotindra Jain e Minal Baji per il Dr. Bhau Daji Lad Museum, e da Andrea Zegna, coordinatore del progetto – ha individuato la vincitrice Reena Kallat fra tre finalisti.

ZegnArt Public prevede, in rapporto di connessione e specularità rispetto alla commissione dell’opera pubblica in India, l’assegnazione a un giovane artista indiano di una borsa di studio per una residenza di quattro mesi presso il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea Roma, in Italia. Una seconda giuria composta dal Direttore del MACRO Bartolomeo Pietromarchi, Tasneem Mehta, Andrea Zegna, Cecilia Canziani e Simone Menegoi ha scelto l’artista Sahej Rahal per il progetto di residenza al MACRO, offrendo l’opportunità di presentare in mostra all’interno dello spazio utilizzato come studio i lavori realizzati nel periodo di soggiorno.